Aldo Biscardi

Biscardi in Paradiso

A Cortese attenzione di Dio via Campi Elisi 1, Eden Vostra Eminentissima Onnipotenza, Le scrivo in qualità di amministratore dell’Empireo. Qui abbiamo un problema. Da qualche giorno è assurta in Cielo una nuova anima, rispondente al nome di Biscardi Aldo, di anni 86. Malgrado l’età avanzata, che ci ha erroneamente fatto supporre di trovarci di fronte a uno spirito placido e appagato, ha sin da subito mandato in subbuglio l’intero suo settore.   Qui, fino a pochi giorni fa, era un vero Paradiso: tutto era in ordine, le anime in giubilo

Continue reading »
motociclista

Fenomenologia del Motociclista

Chi ha la sfortuna di possedere una patente di guida in questi tempi grigi sa di cosa sto parlando. Si tratta di una deformazione antropologica che si sta diffondendo a macchia d’olio, che i sociologi hanno cominciato a studiare nell’attesa di trovare una cura: il motociclismo. Il portatore sano del motociclismo Vittima della versione meno grave del virus endemico del motociclismo, il portatore sano presenta sintomi che gli permettono di vivere una vita quasi normale.  Egli usa la motocicletta per recarsi a lavoro, perché così non paga il parcheggio e

Continue reading »

Il concerto dei Baustelle

Colpito da un senso di tragedia incombente sono andato a sentire un concerto dei Baustelle. L’ho fatto poco dopo aver scollinato i 30 anni, in un periodo un po’ così della vita. Il periodo che, sono certo, tutti prima o poi attraverserete. Il periodo in cui vengono a mancarti i punti di riferimento, ma la cosa non ti crea l’ansia che dovrebbe perché, in una certa zona del cucuzzolo, vengono a mancarti anche i capelli. Ed è quello è il tuo vero problema, non vedo chi possa contestarlo. Questo per

Continue reading »
crisi

Di quando è venuta la Crisi

Vi voglio raccontare una storia che mio nonno amava ripetere la sera, quando ero piccolo e ci stringevamo intorno al fuoco nel rifugio, mentre sopra risuonavano i tonfi sordi delle bombe a grappolo. Tanto tempo fa, il Paese era ricco e bello. La gente si alzava, e le famiglie facevano colazione tutti insieme mentre un sole amico disegnava coi palazzi morbide ombre lungo le strade delle città. Le mamme scaldavano il caffelatte e bambini rosei e paffuti mangiavano merendine industriali soffici e fragranti, buone come il pane della nonna ma

Continue reading »
Fantozzi

Addio, merdaccia!

“È venuto a mancare all’affetto dei suoi cari FANTOZZI RAGIONIER UGO matricola 7829/bis, dell’ufficio sinistri. Lo piangono la moglie Pina, la figlia Mariangela, e tutta la Megaditta. Non fiori ma opere di bene”. Che cosa vuole che le dichi, ragioniere, lei è morto. E questa volta è morto per davvero, e nessun angelico D’Alema, ancorché pennuto, potrà rimandarla quaggiù. È finita, Fantocci: se ne facci una ragione. Ci pensi, in fondo non ha molto da rimpiangere: così come la sua vita, il suo funerale sarà un piccolo raduno di mediocrità

Continue reading »